Perchè i bei libri sono come una tazza di cioccolata calda,

inebrianti ed avvolgenti ….

lunedì 30 giugno 2014

ANGELICA, E L'ARTE DEL ROMANZO BEN FATTO



Prima di iniziare la recensione vera e propria apro una piccola parentesi: Come ho detto all'inizio, questo blog vuole essere uno spazio riservato soprattutto agli esordienti italiani, principalmente nell'ambito del Fantasy.
Tuttavia, ho deciso che di tanto in tanto recensirò romanzi di altro genere o di autori già noti, che comunque sono meritevoli di essere letti e conosciuti, vuoi perché ben scritti, vuoi perché sono stati in grado di donarmi nuove idee e sensazioni.
Buona lettura
Ely


ANGELICA, E L'ARTE DEL ROMANZO BEN FATTO


Riprendendo appieno gli elementi tipici del FeuIlletton del secolo scorso (grandi passioni, intrighi, delitti), i coniugi francesi Anne e Serge Golon hanno creato a metà degli anni cinquanta il personaggio di Angelica, protagonista di ben 13 romanzi di cui Angelica la marchesa degli angeli è il primo capitolo.
Nobiluccia di provincia dai lunghi capelli biondi e dagli occhi verdi, Angelica non brilla forse per educazione e buone maniere, ma il suo carattere schietto, la sua intelligenza e la lingua pronta ne fanno un personaggio a cui è impossibile non affezionarsi.
La trama, così come l'ambientazione, appaiono da  subito ben fatte e curate nei minimi dettagli, ma il vero punto di forza di questo lavoro sono i dialoghi; sempre vivaci e scorrevoli senza mai essere privi di spessore.
Tutti i personaggi sia quelli principali che i numerosi comprimari sono ben caratterizzati e hanno un posto e una funzione precisa all'interno della storia.
Anche se Angelica la marchesa degli angeli è un romanzo indirizzato ad un pubblico femminile, la bravura dei coniugi Golon nel mescolare i diversi elementi senza mai eccedere troppo nel romantico o nel gotico, ne fa un libro godibilissimo per tutti.
Sono infatti  completamente  assenti quelle stereotipizzazioni assurde, banali e stupide che rendono la lettura di questo genere insopportabile, a chi è convinto che anche un romanzo rosa, per quanto scorrevole e romantico, debba avere un minimo di struttura, raffinatezza e credibilità.
Dieci e lode dunque ad una serie che sin dal suo esordio, regala grandi soddisfazioni. 

Ely





martedì 3 giugno 2014

i NON MORTI STANNO ARRIVANDO...




 I NON MORTI STANNO ARRIVANDO...

Come  impedire un'invasione di non morti? 
È questa la domanda che si pone Vahel Dahur ex reduce di guerra, oggi stimato sciamano, forse un po' troppo intraprendente e curioso per il suo ruolo...

Dopo il suo esordio con Il fantasma di Idalca, Vlad Sandrini, autore di origini meneghine, torna alla ribalta con un nuovo lavoro edito da La Ponga edizioni: Laenur.
In cento pagine Vlad riesce a costruire una storia precisa come un orologio svizzero, dove ogni ingranaggio si incastra senza fatica con quello precedente e in cui si mescolano generi diversi; dal post apocalittico al giallo classico.
I personaggi sono accattivanti e ben riusciti, lo stile curato e scorrevole dall'inizio fino al finale, particolare e inaspettato.
Un tocco di originalità è dato dalla reinterpretazione in chiave ironica dell'antagonista che si distacca dal solito cliché di mago "infallibile e onnipresente" per acquisire caratteristiche più umane e credibili, compreso l'essere soggetto a qualche piccola svista.
Un ottimo lavoro dunque per un autore che speriamo sia solo agli inizi di una lunga e brillante carriera.

Ely 

domenica 1 giugno 2014

BENVENUTI ALL'ACCADEMIA DI ANJUR, TRA INTRIGHI E MAGIA ...




BENVENUTI ALL'ACCADEMIA DI ANJUR TRA INTRIGHI E MAGIA...

Shani è convinta di non doversi aspettare nulla di emozionante o speciale dalla propria vita in un sonnacchioso paesino di campagna, ma forse un colpo di vento, o un talento nascosto, potrebbero spalancarle porte che nemmeno si immagina...

Riprendendo alcuni topos tipici del Fantasy classico (un'eroina che non sa di essere tale, un potere misterioso da conoscere e sviluppare), Federica Petroni riesce a dare vita a un romanzo particolare e avvincente.
Nonostante la poca esperienza il talento c'è e si nota sin dalle prime pagine; la storia decolla nel giro di pochissimo, i personaggi,come le descrizioni, sono ben caratterizzati e coerenti.
L'aggiunta di un tocco Steampunk rappresenta la ciliegina sulla torta di un'ambientazione accattivante in cui è facile immedesimarsi.
Shani è lontana anni luce dalle protagoniste insicure, piagnucolose e nevrotiche che rendono illeggibili tanti libri rivolti a un pubblico giovane.
È una donna forte, in senso letterale e figurato, che non tarderà a dare filo da torcere ai nemici che incontrerà lungo il suo cammino.
Le uniche pecche di questo lavoro sono un paio di coincidenze decisamente troppo fortuite, e un ritmo narrativo non sempre ben gestito.
Se la prima metà del romanzo è praticamente ineccepibile con un crescendo narrativo lento ma costante, nella seconda la storia inizia a muoversi troppo velocemente, rendendo difficile al lettore fare quei collegamenti logici che permettono di capire al meglio le dinamiche di fondo che determinano le azioni dei protagonisti.
Anche il lato romance, all'inizio molto promettente, verso il finale viene un po' lasciato cadere, creando una sensazione di "amaro in bocca" per uno spunto che se sviluppato meglio, avrebbe potuto arricchire ulteriormente la trama.
Nonostante questi difetti 31 l'accademia di Anjur è un'ottima lettura, dunque congratulazioni a Federica e sono davvero curiosa di leggere il seguito!

Ely